Pierre Joseph Redouté (1759-1840) & Augustin Pyramus de Candolle (1778-1841)

Senza copyright (dominio pubblico)

Pierre Joseph Redouté è, probabilmente, il più famoso illustratore botanico. Alla fine del diciottesimo secolo, Charles Louis L’Héritier de Brutelle (1746-1800) propose di pubblicare il Plantarum historia succulentarum; egli chiese a Redouté di fare le tavole, e il giovane botanico svizzero Augustin Pyramus de Candolle fu invitato a scrivere le descrizioni da René Louiche Desfontaines (1750-1831).

La pubblicazione cominciò nel 1799. Essa doveva essere composta di « Dispense » mensili contenenti ciascuna 6 tavole. Ci furono due edizioni: una edizione standard in-quarto (circa 260×370 mm), e una edizione gran formato in-folio di 100 copie (circa 500x350mm).

Secondo Antoine Augustin Renouard (1765-1853), erano previste 40 dispense. Tuttavia, nel 1805, dopo la 28ma dispensa (180 tavole), una discussione fra A. P. de Candolle e l’editore, Garnery, mise fine alla pubblicazione sebbene fossero in attesa parecchie dispense. L’edizione in-quarto fu ripresa nel 1829 da Jean Baptiste Antoine Guillemin (1796-1842) che pubblicò tre dispense supplementari (19 tavole).

Secondo Stafleu et Cowan, questo lavoro è “uno degli incubi della bibliografia botanica” a causa delle successive edizioni e dell’ esatto numero delle tavole pubblicate che resta sconosciuto. Noi proponiamo un fac-simile dell’edizione in-quarto contenente 169 tavole, alcune provenienti dall’edizione in-quarto, altre dall’edizione in-folio.


Le descrizioni e le tavole possono essere scaricate sotto forma di files jpeg singoli dalla biblioteca dell’Università di Strasburgo (in Francese):

1)
Vi troverete anche altri documenti vecchi e gratuiti riguardanti le piante.